........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

“Ater non rischia il fallimento. Entro il 2023 completato il risanamento” #adessonews

“Nessun rischio di fallimento incombe su Ater di Roma”. L’azienda che gestisce il patrimonio di edilizia residenziale pubblica della regione Lazio, sta per affrontare un imponente piano di dimissione. Il secondo nel giro di pochi anni

Smentito il rischio fallimento 

La vendita di migliaia di alloggi di pregio, quasi 3600 in tutto il territorio cittadino, non deve essere letta come il campanello d’allarme sullo stato di salute dell’Ater di Roma. Perché, come l’azienda stessa ha precisato, non può fallire “per la sua natura di ente strumentale regionale e dunque non commerciale”. I timori sulle condizioni dell’azienda, in questi anni, si sono legate soprattutto all’ingente debito che ha accumulato. Un debito in buona parte frutto del pagamento, non corrisposto, dell’Imu. Da questo punto di vista arrivano delle rassicurazioni.

Il debito accumulato ed il piano di risanamento

“Il piano di risanamento di Ater procede in linea con gli indirizzi della Regione Lazio: si prevede che esso sia completato entro il 2023”. Ha annunciato l’azienda. L’importo dovuto per il vecchio Ici-Imu era “inizialmente pari a 532 milioni di euro” è stato ricordato, ma “al 31 dicembre 2022 tale debito sarà invece pari a meno di 40 milioni di euro, con una riduzione del debito iniziale dunque pari a € 492 milioni”. Il piano di risanamento quindi procede, in vista dell’ambizioso azzeramento entro il prossimo anno.

In vendita gli alloggi di pregio

All’eliminazione del debito residuo, comunque, contribuirà anche il piano di alienazione dei 3600 appartamenti di pregio che, da Prati a Garbatella, passando per l’Appio Latino, San Saba e l’Esquilino, la giunta regionale ha recentemente approvato. Un piano che, tra qualche polemica da parte dell’opposizione, si appresta ad essere votato anche dal consiglio regionale.

Dove finiscono i soldi per gli alloggi alienati

Con quell’operazione si punta ad ottenere una cifra di poco inferiore ai 424milioni di euro. Una parte dei ricavi verranno investiti per effettuare la manutenzione straordinaria e per realizzare l’efficientamento energetico degli immobili (in tutto circa 54,6 milioni). Oltre 218 milioni sono destinanti all’acquisto di alloggi. Ma c’è anche una cospicua somma destinata al risanamento economico finanziario dell’azienda, pari a 150,8 milioni di euro. Risorse che contribuiranno alla progressiva riduzione del debito accumulato. 
 

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.romatoday.it/politica/risanamento-ater-debito-residuo-vendita-alloggi.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.