........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Modello RED pensioni: scadenza 2022, sanzioni e obblighi #adessonews

Con modello RED si intende quella comunicazione obbligatoria che i pensionati titolari di prestazioni collegate al reddito devono inviare all’INPS per dichiarare i redditi propri e – qualora previsto dalla normativa – anche del coniuge e degli altri componenti del nucleo rilevanti per la prestazione.

Ogni anno l’INPS lancia una campagna RED ordinaria, con una scadenza prestabilita entro la quale bisogna inviare tale comunicazione, pena delle sanzioni molto severe per il pensionato.

Ci sono, dunque, dei pensionati obbligati a presentare il modello RED e altri che invece possono anche risparmiarsi questo adempimento burocratico in quanto esonerati. A tal proposito, ecco una guida completa sul modello RED – campagna 2021 – con tutte le informazioni utili per non commettere errori talmente gravi che potrebbero portare alla perdita della pensione percepita.

MODELLO RED PENSIONI (CAMPAGNA 2021)

Modello RED pensioni: chi deve inviare la comunicazione all’INPS

Come anticipato, ci sono delle categorie di pensionati che devono inviare obbligatoriamente il modello RED all’INPS e altri che invece ne sono esonerati. Nel dettaglio ecco una tabella con alcuni esempi:

CHI È OBBLIGATO ESEMPI
I pensionati che negli anni precedenti a quello oggetto di verifica non hanno avuto altri redditi oltre a quello da pensione, ma solo se la situazione reddituale è variata rispetto a quella dichiarata l’anno precedente Coloro che hanno goduto di un supplemento di pensione
Titolari di prestazioni collegate al reddito che non comunicano integralmente all’amministrazione finanziaria tutti i redditi influenti sulle prestazioni in quanti non obbligati a presentare dichiarazione dei redditi Per esempio il lavoro dipendente prestato all’estero, gli interessi bancari, postali, dei BOT, dei CCT e di altri titoli di Stato o i proventi di quote di investimento, soggetti a ritenuta d’acconto alla fonte a titolo d’imposta o sostitutiva dell’ IRPEF
Coloro che sono esonerati dall’obbligo di presentazione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei redditi e in possesso di redditi ulteriori a quelli da pensione Per esempio coloro che hanno un reddito da pensione e un reddito da abitazione principale
Titolari di alcune tipologie di redditi rilevanti ai fini previdenziali e che si dichiarano in maniera diversa ai fini fiscali all’Agenzia delle Entrate (modelli 730 o REDDITI PF) Per esempio, i redditi derivanti da collaborazione coordinata e continuativa o assimilati e lavoro autonomo, anche occasionale

Quali sono le pensioni collegate al reddito

Come anticipato, però, devono presentare il modello RED solamente coloro che percepiscono di una prestazione collegata al reddito. È il caso, ad esempio, di tutte quelle prestazioni a carattere assistenziale, come possono essere, ad esempio, l’assegno sociale e le pensioni per invalidi civili.

Ma la comunicazione va data anche da coloro che percepiscono benefici economici sui trattamenti pensionistici, sempre a patto che il loro riconoscimento sia subordinato all’importo dei redditi del titolare della prestazione. Ad esempio:

  • integrazione al trattamento minimo della pensione;
  • bonus quattordicesima;
  • quattordicesima;
  • maggiorazioni sociali, come ad esempio l’incremento al milione.

Maggiori informazioni le trovate nel paragrafo 2 della circolare INPS 195/2015, nella tabella che trovate successivamente in allegato.

Modello RED: quali redditi bisogna indicare

Come anticipato, ogni anno l’INPS effettua una campagna RED con la quale chiede che gli vengano comunicati i redditi riferiti all’anno precedente. Nel dettaglio, a oggi – martedì 18 gennaio – è in atto la campagna modello RED 2021, dove quindi bisogna comunicare i redditi riferiti al 2020.

Vanno comunicati tutti i redditi, compresi quelli per i quali non vi è l’obbligo di dichiarazione dei redditi con modello 730 o Unico.

A seconda della prestazione, poi, ci sono dei casi in cui vanno indicati solamente i redditi riferiti al titolare della prestazione, e altri invece in cui vi è l’obbligo anche per coniuge e familiari. È sempre la circolare 195/2015 a indicarlo, mettendo in evidenza quali sono le situazioni ove indicare il proprio reddito non è sufficiente.

Circolare INPS 195/2015 – Paragrafo 2 Clicca qui per scaricare la tabella dove sono indicate le prestazioni per le quali è obbligatorio l’invio del modello RED e quali redditi comunicare a seconda dei casi.

Modello RED: chi non deve inviarlo

Visto quanto detto in precedenza, appare ovvio che non devono presentare all’INPS la dichiarazione reddituale i pensionati residenti in Italia beneficiari delle prestazioni collegate al reddito che abbiano già dichiarato all’Agenzia delle Entrate – indipendentemente se tramite modello 730 o modello Redditi – integralmente tutti quei redditi che comunque pesano sulle prestazioni in godimento.

Non è obbligato neppure colui che non possiede altri redditi oltre alla pensione a patto che nell’ultimo anno questa non abbia subito alcuna variazione.

Modello RED 2021: entro quando va inviato

Ogni anno la campagna RED ha una scadenza ben definita: quella del 28 febbraio. Vale anche per il modello RED 2021, per il quale il termine ultimo per l’invio della comunicazione all’INPS da parte dei soggetti obbligati è fissato al 28 febbraio prossimo, salvo ovviamente proroghe da parte dell’INPS.

Modello RED: cosa rischia chi non lo invia entro la scadenza

La sanzione per chi non presenta il modello RED pur essendone obbligato equivale alla sospensione delle prestazioni collegate al reddito per un totale di 60 giorni. Se il pensionato non ottempera nemmeno al termine di questo periodo all’obbligo di invio del modello RED, le prestazioni collegate al reddito saranno revocate in via definitiva.

Coloro che non inviano la dichiarazione riceveranno comunque una lettera di sollecito da parte dell’INPS.

Come inviare il modello RED per la pensione

Ci sono diverse soluzioni per l’invio del modello RED, ossia:

  • servizio dedicato sul sito INPS;
  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164164 da rete mobile;
  • CAF e altri soggetti abilitati convenzionati con l’INPS;
  • strutture territoriali INPS.

Tuttavia, nel caso delle dichiarazioni RED rese dagli utenti che non hanno percepito altri redditi rilevanti oltre alla pensione per l’anno reddito 2020 e che hanno dichiarato l’assenza di redditi anche per entrambi i due anni precedenti, queste sono escluse dal servizio affidato a titolo oneroso ai CAF e ai soggetti abilitati all’assistenza fiscale.

Per questi, la dichiarazione dovrà essere presentata direttamente all’INPS attraverso le seguenti modalità:

  • servizio online “RED semplificato”, accessibile con le proprie credenziali;
  • avvalendosi del Contact center;
  • strutture territoriali INPS.

Chi può andare in pensione nel 2022: tutti i requisiti

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.money.it/Modello-RED-pensioni-scadenza-2022-sanzioni-e-obblighi”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.